Tempo

time.bmp

Pic. Elena Caldera

Tempo

Ribelle, sfuggente e instancabile,
Il tempo impone sfacciatamente la sua esistenza,
La sua verità formidabile,
Su tutto.

Lo spettro del tempo
Respira sul tuo collo.
E tu nuoti attraverso esso,
Ospitato nel suo involucro.
Vacilli tra
Il reale e il surreale,
Tra mondi creati dall’uomo stesso
Per distrarre il tempo –
Distante, ma presente,
Sei catturato
Nel suo silenzioso “nulla”

Il tempo è reale? è surreale?
Non importa:
L’umanità è costantemente assediata
Dalla sua inalterabile presenza,
Rabbrividisce al pensiero
Del suo fiume invisibile
Che, senza sosta,
erode le pietre dure
dell’esistenza del tutto.

Tempo, fratello della vita e della morte
Sorella di fioritura e appassimento,
Esistenza dominante,
per ogni singola creatura vivente,
ogni animato e inanimato soggetto,
si spostano dalla gloria
ad un lento, declino struggente,
fino a raggiungere la loro fine:
Gli esseri umani e gli oggetti
Trasformati dal tempo totalmente in polvere

La morte è la conseguenza
del suo flusso sadico.
Egli ti segue,
Riceve istruzioni per attaccarti,
Tu sei condannato
Inevitabilmente ad essere custode delle tue ossa.
Della tua stessa polvere, in eterno.
Non temere la morte, incolpevole,
temere soltanto IL
TEMPO IMPLACABILE.

 

Elena Caldera

Time

Rebellious, elusive and tireless,
Time impudently imposes its existence,
Its formidable truth,
On everything.

Time’s spectre
Breathes down your neck.
You swim through time,
Housed in its wetsuit.
You vacillate between
The real and the surreal,
Between worlds created by man himself
To distract time –
Distant, yet present,
You are caught
In its silent “nothingness”

Is time real? Is it unreal?
It doesn’t matter:
Humanity is constantly besieged
By its unshifting presence,
It shivers at the thought
Of its invisible river
That, unstopping,
erodes the hard stones
of everything’s existence.

Time, brother of life and of death
Sister of flowering and wilting,
Dominates existence,
for every single living creature,
every animate and inanimate object,
moves from glory
into a slow, poignant decline,
until they reach their end:
Human beings and objects
Turned into time’s totality of dust.

Death is the consequence
of his sadistic flow.
He follows you,
He receives instructions to strike,
You are condemned
Inevitably to be guardian of your own powder.
Your own dust, eternally.
Do not fear death, innocent,
only fear THE
IMPLACABLE TIME.

 

English Translation: Heathcote Williams

 

 

Un ringraziamento speciale al grande Heathcote Williams, per la sua fantastica collaborazione e la sua immensa generosità e tante grazie a Gabriele Letizia, per la conversazione che mi ha ispirata a creare questo lavoro.


This entry was posted on in homepage and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *